INNER DESIGN

*the design network for interior design lovers*

Arianna Grassi

Login to add Arianna Grassi

Creative

Other InfoMore Info

Type Creative
Style Neoclassical Essential, Ornamental, Rustic Country, Vintage, Fusion

My Posts Show All Posts

  • Photo
    Outdoor Design: Green is everywhere!

    October, 14 2013 • 10:00

    Each year during Milan Design Week, beautiful masterpieces of outdoor design bloom around the city, warming up the streets from the long and cold winter.   The nightlife in Milan flourishes with numerous evening aperitifs where design and green thinking meet in picturesque locations; a lifestyle that embraces the current trend of outdoor design that is concerned with environmental issues and ecological materials, while creating a continuity between the indoor and outdoor.           Roda, a leading Italian company in the field of outdoor design, plays specifically on this indoor/outdoor theme in a unique way, with elements created specifically for guests to feel welcomed.   Among the undisputed protagonists of the Fuorisalone 2013 there was the Italian designer Paola Lenti, whose philosophy follows the theme of design experimentation and research, a path that led her over the years to become one of the main reference points of international design.         As part of the IN THE KEY OF COLOUR event, held in the Umanitaria renaissance cloisters in Milan, colourful designs were exhibited with startling materials and fabrics, giving rise to an unprecedented chromatic experience. In a single glance, the interior and exterior items merged until they lost their natural boundaries, embraced by the local hidden garden, fruit trees and flowers.         “We want to travel into reality with our imagination, be surprised by what attracts us and what we encounter during our journey. We want to give greater importance to the architecture that houses and completes our thoughts, translated into shapes, colours and materials. We do not want another catalogue, but a story that talks about the atmosphere, landscapes and sensations” says Paola Lenti, who has made her guests dream of magical places thanks to the empathy she created between nature and products.         Going through one of her catalogues you can find a selection of balanced and essential interiors, based on the idea that opposites attract: the past and present, the exterior and interior, tradition and technology. Scenes where metal structures and wood coexist peacefully, designed to last a lifetime. Novel solutions for the exterior, elegant floral handmade surfaces and carpets produced with high-tech yarns. Nothing is left to chance, but it all appears natural.         Paola Lenti’s strategy is to associate her company’s results with a line of support for the community. Increasingly motivated to preserve the value of the historical, cultural and natural environment surrounding her work, the company adopts guidelines that facilitate the disposal of recyclable materials and the use of environmentally friendly resources, such as wood that comes from sustainably managed forests and the use of non toxic and natural substances.         The increased awareness of Green thinking undoubtedly has helped the companies in this sector to grow, especially thanks to globalization. This can be seen by the current demand from the Middle East, where the investment forecasts for the next few years is valued at 55 billion dollars (source: Ventures Middle East)         From 6th to 8th October, SUN (Salone internazionale dell’esterno) was once again held at Rimini Fiera. This appointment has been a landmark for over 30 years in the world of outdoor design and furnishing experts. The three-day event was divided into 7 exhibition routes: market trends (out-style), public and private design meets nurserymen (garden sun), solutions for external meeting spaces (sun-contract), equipment and supplies for beaches and resorts (see-style), urban furniture (urban-style), swimming pools, baths and equipment for personal well-being (sunaquae) and finally flooring for the outdoor (out floor). There was no lack of creativity with the under 35 international competition called Sun.Lab in its 6th edition, where the first prize was the opportunity to use a personal display area during the event.         The outdoor world in the Italian market has a turnover of around 5 billion euros, of which 1.4 is generated by the outdoor furniture and equipment sector, generating an increase of 2% pa over the past 4 years (Source: Econ, previsioni crescita 2016)   These forecasts would improve if the number of bureaucratic constraints were not interfering with the outdoor market. Currently the most affected sector is the shelter one, which in the past few years has not seen any kind of renovation or construction. Also beach resorts have been suffering because of a continuing dispute between Italy and the EU on the Bolkestein directive. Lets not forget that also the market for urban furniture is currently in a critical state due to the recent economic hardship within the local public administrations.     Images by Arianna Grassi unless stated.   ------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------- VERSIONE ITALIANA   In occasione della Milano Design Week, splendidi capolavori dell’outdoor design sbocciano e riscaldano la città, ingrigita dal lungo inverno.  Anche quest’anno il Salone del Mobile e il Fuorisalone hanno fatto sbocciare la movida milanese, vestendo a sera i numerosi aperitivi della città. Design e green-thinking si sono contaminati a vicenda in suggestive location che hanno fatto riassaporare il tepore della terra. Uno stile di vita che pervade l’attuale trend dell’outdoor design, con la tematica ambientale che si fonde sempre più con i materiali, e la continuità tra interni ed esterni.   Ne è un esempio Roda, azienda leader in Italia nel settore dell’outdoor design, che vede un gioco di rimandi tra interno ed esterno, con una dimensione design oriented e un elemento fondamentale e comune: l’accoglienza. Un ambiente unico dove tutti gli elementi parlano lo stesso linguaggio.    La crescente sensibilizzazione verso il pensiero green degli ultimi anni aiuta indubbiamente le aziende del settore, protagoniste di una costante crescita, grazie allo sviluppo della domanda dato dalla globalizzazione. Lo dimostrano le richieste provenienti dal Middle East, dove le previsioni di investimento per i prossimi anni sono valutate in 55 miliardi di dollari (fonte Ventures Middle East).   Tra gli indiscussi protagonisti dell’edizione 2013 del Fuorisalone c’è stata l’italiana Paola Lenti che segue un coerente e dinamico disegno imprenditoriale orientato alla sperimentazione e alla ricerca. Un percorso che l’ha portata a diventare negli anni uno dei punti di riferimento del design internazionale.    Cornice dell’evento IN THE KEY OF COLOUR, organizzato dall’azienda brianzola, sono stati anche quest’anno i chiostri rinascimentali dell'Umanitaria, perla nascosta nel cuore di Milano, che ha ospitato ambienti disegnati principalmente con il colore, tema centrale per il 2013. Attorno ad esso ruotano materiali e tessuti che danno vita a una proposta cromatica senza precedenti. Un colpo d’occhio unico, abbracciato da giardini nascosti, da alberi da frutto e fiori, un contesto dove interno ed esterno si fondono ancora una volta fino a perdere i loro naturali confini.   "Vogliamo viaggiare nella realtà con la fantasia, lasciandoci sorprendere da ciò che ci attrae e che incontriamo sul nostro cammino. Vogliamo dare maggiore attenzione all’architettura che ospita e completa i nostri pensieri tradotti in forme, colori e materiali. Vogliamo che il prossimo non sia un catalogo, ma una storia che racconti atmosfere, paesaggi e sensazioni" 

racconta Paola Lenti, che ha fatto sognare ai propri ospiti luoghi magici senza tempo, grazie all’empatia fra natura e prodotto.   Sfogliando uno dei suoi cataloghi si scoprono nuovi paesaggi domestici, equilibrati ed essenziali, basati su opposti che si attraggono con semplicità: il passato e il presente, l’esterno e l’interno, la tradizione e la tecnologia. Paesaggi dove convivono serenamente strutture in metallo e legno studiate per resistere nel tempo. Soluzioni inedite per l’esterno, eleganti superfici floreali lavorate a mano e tappeti prodotti con filati hi-tech. Nulla è lasciato al caso, ma tutto appare naturale.   Alla base del lavoro di Paola Lenti c’è una strategia di impresa impegnata a coniugare i risultati aziendali ai benefici per la collettività. Motivata sempre più a preservare il valore del patrimonio ambientale, storico e artistico del territorio in cui opera, l’azienda non tralascia di adottare linee guida che favoriscono lo smaltimento dei materiali riciclabili e l’utilizzo di materiali eco compatibili, come legni provenienti solo da foreste gestite in modo sostenibile e finiture legate a prodotti naturali privi di sostanze tossiche.   Dal 6 all’8 ottobre Sun:Il Salone Internazionale dell’esterno sarà nuovamente protagonista a Rimini Fiera. L’appuntamento rappresenta un punto di riferimento da oltre 30 anni per il settore della progettazione e dell’arredamento del mondo dell’ Outdoor. La 3 giorni del Sun sarà declinata in 7 percorsi espositivi dedicati ai trend del mercato (out-style); all’incontro tra florovivaisti e il mondo della progettazione pubblica e privata su grande scala (garden sun); alle soluzioni per le strutture di accoglienza in spazi esterni (sun-contract); alle attrezzature e forniture per  stabilimenti balneari e villaggi turistici (see-style); alle soluzioni d’arredo urbano (urban-style); alle piscine, vasche e attrezzature per il benessere personale (sunaquae); e infine, alle pavimentazioni per esterno (out floor). Non mancherà la creatività con i migliori talenti dell’outdoor design under 35, grazie al concorso internazionale Sun.Lab giunto alla 6^ edizione, che darà in premio ai vincitori un’area espositiva fruibile durante la kermesse.    Il mondo dell’outdoor ha un giro di affari nel mercato italiano di circa 5 miliardi di euro, di cui 1,4 miliardi realizzati dal comparto dell’arredo e attrezzature per esterno, generando una crescita del 2% su base annua negli ultimi 4 anni. (Fonte Econ, previsioni crescita 2016)   Previsioni che potrebbero essere migliori se i numerosi vincoli burocratici non ostacolassero l’intera filiera. I segmenti più colpiti sono quello delle strutture di accoglienza, un comparto che da un paio di anni non vede ristrutturazioni e nuove costruzioni. E quello degli stabilimenti balneari che da tempo ha aperto un contenzioso tra Italia e Ue per via della direttiva Bolkestein. Bisogna inoltre considerare il mercato dell’arredo urbano che è con l’acqua alla gola a causa delle ristrettezze economiche delle pubbliche amministrazioni.

Show Less