Cork stools

September, 30 2013 10:00

Posted inMaster Design Management Sole24Ore

When thinking of cork, the first thing that comes to mind is the world of winemaking: wine, cork and lightness. However cork is, in reality, a natural material with a millenary tradition that offers a combination of excellent properties including elasticity, durability, strength and impermeability. It is also 100% recyclable and therefore a renewable resource. Knowing and exploiting these properties in the world of design can elevate the status of cork while still keeping it a material of common use.

 

"Corks" is a collection of stools and tables designed by Jasper Morrison for the Dutch brand MOOOI made of 100% cork agglomerate. For sure Jasper Morrison sensed that when cork is used in a different way compared to its original function it can give a spark of life to the interiors we live in, creating a surprising contrast with the rest of the furnishings. This can be seen in the small collection of stools, ottomans, footstools and tables that easily fit in the living environment while maintaining a contemporary character, enhanced by the natural multicellular texture of cork.

 

 

Photo © Erwin Olaf Corks

 

 

The stool is, in fact, an object with a thousand uses that can easily adapt to different situations: a footrest, a small ladder, or simply a coffee table. An object that represents daily life made from a rediscovered material, cork, and appreciated for its intrinsic beauty and functionality, it also becomes representative of all that is inspired by eco sustainability, through recycling, regeneration and durability that rejects the fashion of “disposable” items.

 


“Set the table for one more guest!”… How many times have we heard this phrase for the unexpected visitor, especially at lunchtime? And how often do we find ourselves in difficulty of finding an extra chair for our guest? It is for these occasions that the stool “Senta” was created, by designer Fernando Brizio for brand Materia di Armorin. Characterised by a playful and fun shape, reminiscent of a playground, the modular “Senta” stool is made of cork, comfortable and pleasant to the touch, which inspires solidity and compactness in spite of its lightness, embellished with vibrantly coloured removable legs.

The peculiarities of “Senta"? Lightweight and fun, modular and transportable: the four legs can be placed in the side holes making it flat and useful to reach the higher shelves, or in the lower holes to build the actual stool. Its compactness lets you to store it away and use it only when necessary without occupying space, while its lightness allows you to carry it during trips or open-air picnics.

 

 

Photo © MATERIA DI ARMORIN

 

 

The iconic seat called “Bouchon”, signed by designer Folco Orlandini and Andrea Radice for Domitalia takes the shape of a classic champagne cork wrapped in a round metallic structure. Very ironic the contrast between the giant reproduction of the cork and its actual structural lightness thanks to the use of regenerated cork, on which the designers envisaged the possibility of “branding”, thus creating a product ideal for wineries: fun, personalized and green.

 

Photo ©DOMITALIA

 

 

Doesn’t this macaroon look delicious? When talking about stools with iconic shapes we can’t leave out the “Macaroon” by Toni Grilo for Haymann., made from black cork and foam, inspired by pop design culture: a giant reproduction of the famous French patisserie consisting of two half-moons surrounding a delicious filling. Discreet and fun furniture that gives a sweet touch to the interior.

 

 


“Toronto”: playful, modular and interactive stool for children made of cork, designed by In-Tenta, design studio based in Barcelona and distributed by Madedesign. “Toronto” is an interactive and intuitive stool that keeps up with the growth of a child.  With an adjustable height, it can be taken apart and re-built as well as adding and removing button-shaped layers.  It is made of cork and expanded polymer: child-friendly materials, light, pleasant to the touch and 100% recyclable.

 

 

Photo © in-tenta

 

 

Photo © in-tenta

 

 

Photo © in-tenta

 

 

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

VERSIONE ITALIANA

 

Parlando di sughero, viene spontaneo pensare al mondo dell’enologia: vino, tappi, leggerezza. Ma il sughero è in realtà un materiale naturale con una tradizione millenaria e presenta una combinazione di proprietà eccezionali: elasticità, impermeabilità, durevolezza, resistenza. Inoltre è riciclabile al 100% e quindi una risorsa rinnovabile. Conoscendo queste proprietà e sfruttandole al meglio con l‘aiuto del design si può elevare il sughero a materiale d'eccellenza ma dall'utilizzo comune.

 

È questo il caso di Corks, la collezione di sgabelli e tavolini in sughero creata dal designer Jasper Morrison (link: http://www.jaspermorrison.com/html/index.html ) per il brand olandese MOOOI (link: http://www.moooi.com/) e costituita al 100% in agglomerato di sughero. Sicuramente Jasper Morrison ha compreso da tempo che il sughero, utilizzato in modo diverso rispetto agli usi canonici, può ridar vita ad alcuni elementi che popolano gli spazi che abitiamo, rendendoli sorprendenti, originali ed in contrasto con il resto degli arredi. ; Ed è proprio il caso della piccola collezione di sgabelli o pouf, poggiapiedi o piccoli tavolini, utilizzabili a seconda delle esigenze, creata grazie alla loro forma essenziale, che si inseriscono con semplicità in un ambiente living, mantenendo un carattere contemporaneo arricchito dalla texture naturale e multicellulare del sughero. 

 

Lo sgabello, infatti, è uno strumento dai mille utilizzi che si può adattare facilmente a diverse situazioni, è quanto mai versatile, utilizzabile come poggiapiedi,  piccola scala, o semplicemente come tavolino da caffè. Un oggetto che rappresenta la vita quotidiana, e che declinato attraverso l’ utilizzo di un materiale riscoperto e valorizzato per la sua intrinseca funzionalità e bellezza, quale il sughero, diviene anche il rappresentante di tutto quel filone che si ispira all’eco sostenibilità, passando attraverso il riciclo, la rigenerazione, in un’ ottica di resistenza e durata nel tempo che scalza definitivamente la moda dell’ “usa e getta”.

 

 “Aggiungiamo un posto a tavola!”… quante volte ci è capitato di pronunciare questa frase per delle visite inaspettate, soprattutto all’ora di pranzo? E quanto spesso ci troviamo in difficoltà nel trovare delle sedute per i nostri ospiti? È’ proprio in queste occasioni che arriva in nostro aiuto lo sgabello “Senta”, creazione che il designer Fernando Brizio (link: http://www.droog.com/designers/fernando-brizio/) ha progettato per il brand MATERIA DI ARMORIN (link: http://www.materia.amorim.com/). Un aspetto giocoso e ludico, che ricorda il tema del parco giochi, caratterizza lo sgabello componibile “Senta” costituito da una seduta in sughero confortevole e piacevole al tatto, che ispira solidità e compattezza a dispetto della leggerezza del materiale, con quattro gambe asportabili in un colore vivace.

Le peculiarità di “Senta“? Leggero e divertente, componibile e trasportabile: le gambe possono alloggiare o a coppie nei fori ovali, posti lateralmente, nella seduta in sughero rendendo lo sgabello piatto ed utilizzabile come spessore per raggiungere una mensola più alta, o singolarmente nei quattro fori inferiori per montare lo sgabello vero e proprio. La sua facile chiusura e la sua leggerezza ci permette sia di riporlo in casa e di utilizzarlo al momento opportuno, sia di portarlo con noi in gite o pic- nic all’ aria aperta.

 

Forte connotazione iconica per la famiglia di sedute “BOUCHON”, firmata dalla coppia di designers Folco Orlandini e Andrea Radice (link: http://www.radiceorlandini.com/) per DOMITALIA (link: http://www.domitalia.it/it/novita.php). Le “BOUCHON” riprendono, infatti, la forma dei classici tappi delle bottiglie di spumante con una seduta in sughero avvolta da una retina-struttura in tondino metallico. Molto ironici per la contrapposizione tra la riproduzione gigante del tappo e l’effettiva leggerezza strutturale dovuta all’ utilizzo del sughero rigenerato, sul quale i designers hanno previsto la possibilità di “brandizzare”, creando così un prodotto ideale per le aziende vinicole: divertente, personalizzato e green.

 

In riferimento a sgabelli con forme iconiche non possiamo tralasciare la seduta “Macaron” di Toni Grilo (link: http://www.tonigrilo.com/) per HAYMANN (link: http://www.haymanneditions.com/), realizzata in sughero nero e schiuma, caratterizzata da un design che prende spunto dalla cultura pop e dalla sua vena ironica, qui espressa dalla riproduzione in formato gigante del famoso pasticcio francese costituito da due facce che racchiudono una golosa farcitura. Arredo discreto e divertente che rende più golosi gli spazi. 

 

Toronto”: sgabello giocoso, componibile, interattivo, in sughero e per bambini, progettato da In-Tenta (link: http://www.in-tenta.com/), studio di design con sede a Barcellona e distribuito dall’ e-commerce MADEDESIGN (link: http://www.madedesign.es/).

Toronto” accompagna i bambini durante la loro crescita.Regolabile in altezza, fortemente interattivo e intuitivo, si può giocare a scomporlo e ri-comporlo, a infilare e sfilare i vari strati che ricordano dei bottoni, quante volte si vuole e come si vuole (?). Inoltre è costituito da sughero e polimero espanso: materiali kid-friendly, leggeri, piacevoli al tatto e riciclabili al 100%.