UP5 by Gaetano Pesce: radical... in mass

February, 28 2013 10:00

Posted inInner Style

A shape that evokes emotions from the subconscious, a primitive anthropomorphism that stimulates a return to the less evolved origins, the desire to return in the mother’s womb. A work of industrial design that breaks the mould, a natural provocation intended by the designer not to force but to introduce in Italy the new concept of radical design.

 

Sean Connery behind the lens, ‘Diamonds are Forever’, Las Vegas, 1971 © Terry O’Neill

 

 

In 1969 Pesce, together with other designers defined as “radicals” by Germano Celant, feel the need to break with the Italian rationalist design culture. UP5, flagship object of radical design, embodied the whole spirit: breaking the classical schemes and experimenting in an Italy that was becoming a hub for design and polymeric materials.

 

Up series without number 7, gaetanopesce dot com

 

 

The filling of the UP5 chair,  the fifth in a family of seven chairs inspired by body parts, is indeed an integral part of the radical stylistic revolution and is determined by the technology it contains:  the body of the chair, entirely made of flexible polyurethane foam, is sold completely vacuumed and once unpacked it slowly acquires its final form, almost as if it were emerging from the ground, like rising from the earth. The result is a rigid but deformable structure made from a single material and body that is totally devoid of an internal supporting structure.

 

C&B-B&B Italia - Joseph Vallot History of Design, source serbagunamarine dot com

 

 

The shape is reminiscent of a woman’s womb, with two large breasts and thighs that transmit serenity and protection. The UP Chairs were a great success in the European and American public, and were the main attraction at MoMA in 1972 during the exhibition dedicated to Italian design “Italy: the new domestic landscape.” An alternative concept that was loved by the masses just like the social impact Nirvana had in the music world twenty years later. UP5 is exhibited in the most important museums of contemporary art and design in the world, from Triennale Design Museum in Milan to the Musée des beaux-arts in Montrèal and MoMA in New York. For three months in a row it was also on the first page of the Italian encyclopaedia it.wikipedia.org. Currently still in production, it is part of the portfolio of the company B&B Italia.

 

Serie UP, gaetanopesce dot com

 

 

 


VERSIONE ITALIANA

 

Una forma che rievochi emozioni dal subconscio di chi la utilizza, un antropoformismo primitivoche stimoli a chi la utilizza un ritorno alle sue origini meno evolute, il desiderio di tornaredentro il grembo materno. Un'opera di design industriale che rompe con gli schemi classici, unaprovocazione naturale voluta dal progettista senza forzature, necessaria per aprire all'Italia un nuovoconcetto di design; quello radicale. Nel 1969 Pesce, insieme ad altri progettisti, definiti da GermanoCelant "radicali", sentono la necessità di rompere con una cultura progettuale diffusa strettamentelegata al razionalismo italiano. Portabandiera del design radicale le UP5 ne incarna tutto lo spirito:rottura con gli schemi classici e grande sperimentazione, in un'Italia che era sempre più patria deldesign e dei materiali polimerici. I contenuti della poltrona UP5, la quinta di una famigliadi sette poltrone ispirate a parti del corpo, non sono quindi solo concettuali, anzi, una rivoluzioneanaloga a quella stilistica è determinata dal contenuto tecnologico in essa contenuta: il corpodella poltrona, interamente in schiuma di poliuretano flessibile, viene venduto sottovuoto e unavolta disimballato acquista lentamente la sua forma definitiva, quasi ad emergere dal terreno, quasia nascere dalla terra. Il risultato è una struttura rigida ma deformabile fatta di un unico corpo e ununico materiale e totalmente priva di una struttura portante interna. La forma rievoca il grembodi una donna, due grandi seni e due fertili cosce trasmettono serenità e protezione. Le UP Chairhanno travolto e conquistato il pubblico europeo e statunitense e hanno sfilato da protagoniste alMoMA nel 1972 alla mostra dedicata al design italiano Italy: the new domestic landscape. Unpensiero alternativo divenuto di massa equiparabile, per impatto sociale, a quanto è avvenuto incampo musicale vent'anni dopo con i Nirvana. La UP5 è esposta nei più importanti musei di artecontemporanea e design di tutto il mondo, dal Triennale Design Museum di Milano al museo dellebelle arti di Montrèal, al MoMA di New York, ed è stata per tre mesi di fila nella prima paginadell'enciclopedia in lingua italiana it.wikipedia.org. Attualmente ancora in produzione fa parte delportfolio prodotti dell'azienda B&B Italia.